La devastazione degli psicofarmaci

1*nFxDnYhJ2on0a8B2EEWu4g

Questa è la mia storia. Voglio che venga pubblicata con nome e cognome.

Ciao a tutti, sono una delle tante vittime purtroppo di un sistema completamente corrotto. Il mio incubo comincia nove anni fa, grazie al mio medico curante di cui mi fidavo ciecamente tra le altre cose un mezzo parente. Vado da lui e mi prescrive la paroxetina perché vado a raccontargli un periodo un po’ no col lavoro e con una ragazza. Anticipo che io allora non sapevo neanche cosa fossero gli psicofarmaci…non sapevo nulla.

Ero uno brillante, facevo il tecnico molto specializzato su sistemi informatici di sicurezza ed ero in una crescita notevole..giravo in Italia ed all’estero…..facevo sport…nuoto…trekking….bici….2 volte alta via numero 1 in dolomiti (chi sa di montagna può capire)…due volte rifugio più alto d’Europa sul monte rosa, la Capanna margherita a 4600 mt.

Questo ero io prima dello schifo più immane che un uomo può toccare.

Comincio a prendere ste cose dopodiché comincio a sentirmi strano….e il dottore mi manda da uno psichiatra eminente primario di un grosso istituto milanese.

N.B: mi dice sorridendo di non leggere i bugiardini che sono tutte stupidate quelle che ci sono scritte..io tranquillo di essere in una botte di ferro comincio….

Questa mi da depakin, efexor, e poi litio….comincio a sentirmi strano mi vengono delle idee strane mi sento calmo ma sedato vado avanti dopo un po’ mi sento sempre piu’ strano e il dottore mi manda da un altro psichiatra in brianza….e questo mi dice guarda vai di well butrin e xanax.

Dopo 2 settimane di wellbutrin, una sera vado in officina di mio zio (officina di trattamenti termici dei metalli) che stava dismettendo e gli rubo una dose di cianuro puro. Il cianuro viene usato nei forni industriali per temprare l’acciaio. La sua azienda aveva tutte le certificazioni per averlo.

Insomma così senza ragione…me lo trovano in macchina i miei famigliari e non vi dico che figura che ho fatto…ma la cosa peggiore è che io non mi ricordavo di averlo fatto. Una dose che avrebbe potuto ammazzare un paese intero.

Restituiscono tutto al mio parente esterrefatto che stava dismettendo l’attività quindi c’erano le società adatte allo smaltimento di tali veleni.

Dopo qualche tempo mi cambiano il trattamento e passo ad anafranil….sotto consiglio di un neurologo…intanto io continuavo nelle cose strane…continuavo a grattarmi …strapparmi ciglia….dopo mangiato alla sera dormivo subito e mi svegliavo con gli occhi impallati alle 3 di notte con le scosse nelle gambe e nella schiena.

Una notte verso le due ho preso l’auto e sono andato in piazza del Duomo a milano,  l’ho posteggiata in una piazzola taxi (premetto che Milano io la conosco come le mie tasche per motivi lavorativi) e sono andato davanti al Duomo per qualche minuto.

Dopodiché non mi ricordavo dove avevo posteggiato l’auto…..ho girato per un’ora per trovarla spaventato….erano le 4 di notte. Il farmaco che stava lavorando nel cervello era l’anafranil accompagnato dallo xanax.

Per non parlare degli acquisti folli su Internet…ho buttato via non so le migliaia di euro..sempre di notte.

Per non parlare delle manie..avevo delle manie sessuali..che mi portavano ad andare a prostitute…cose che io non avrei MAI fatto.

Arrivati ad un certo punto anche sui posti di lavoro non c’ero piu’ con la testa…non mi ricordavo le cose ed ero sempre in stand-by, tanto che ad un certo punto mi hanno silurato per ben due volte.

Il fumo…io avevo smesso, ho ripreso, sembravo un pazzo, mi fumavo fino a tre pacchetti di sigarette al giorno seduto sul balcone. Allucinante.

C’è stato un periodo che andavo dai frati perchè mi volevo fare frate….e poi resettavo il tutto.

Non mi ricordavo dove posteggiavo la moto, ho perso due telefoni…ho perso ME STESSO, ingrassando di 12 kg.

Intanto son passati otto anni in cui io invece di migliorarmi ho perso tutto, amici, integrazione sociale anni migliori.

Mi ha salvato credo il fatto che sono sempre stato curioso e che ho sempre lavorato con Internet, quindi ho cominciato a fare ricerche, sempre impasticcato ovviamente, fino a che sono arrivato al sito di Pietro ed ho cominciato a leggere di gente impazzita con quei farmaci gente che aveva i miei stessi sintomi, gente che non ne poteva piu,’ che aveva tentato il suicidio…perché la cosa assurda è proprio il fatto che gli stessi farmaci inducono a pensieri suicidi.

Bene dal sito di Pietro il Grande ho cominciato a fare ricerche che mi hanno portato a siti americani insomma ho letto di di cose che forse l’indecenza umana ha piu’ rispetto della persona, ho cominciato a contattare gente a sentire opinioni, fino a che ho deciso di smettere tutto.

L’ultimo schifo che prendevo era l’anafranil con xanax…ho scalato l’anafranil e c’ho messo 3 mesi…lo xanax ero arrivato a 10 gocce…insomma diciamo che dopo 6 mesi ero senza niente e sono inizialmente sclerato…ansia a mille incazzature…ho spaccato dei mobili di casa e preso a calci la mia auto…rovinandola…insomma quei farmaci ti tappano i sentimenti e l’ansia.

Ho cominciato a seguire la dieta di Pietro, non abbracciandola completamente perché il veganismo e crudismo è troppo estremo per me al momento, puo’ essere un obiettivo, ma io allora non potevo cambiare al crudismo da una diete normale.

Ho levato glutine, lattosio, carni bianche e rosse, uova,  alcool (non ho mai bevuto anzi…1 birra con la pizza al max, ho levato pure quella), fumo, cibi spazzatUra, dolci, briosche, panettoni, burro e zuccheri, e carboidrati complessi come pane e pasta e caffè.

Praticamente da un giorno con l’altro ho cominciato a capire cosa poteva andare ben per me. Io al momento sono due anni che seguo questa dieta:

Colazione: latte di riso o soia con orzo in polvere, un filo di caffè molto blando, un goccio di miele, fiocchi di grano saraceno e miglio, un po’ di cacao,  1 biscotto integrale senza zucchero, due mele, 1 kiwi, 1 pera o frutta di stagione (con le banane io personalmente ci devo andare piano perchè mi fanno schizzare i trigliceridi). 1 noce, qualche pinolo o seme

Pranzo: riso integrale o pasta di grano saraceno o di mais o gnocchi di patate (attenzione a prendere quelli senza uova, latte e farina in modo massiccio). In bianco con un filo di olio extravergine e limone (a me il  riso in bianco col limone mi fa impazzire) oppure con pomodoro scaldato senza olio un filo di sale e spezie come peperoncino, curcuma, o altra roba….

Verdure a manetta tutte quelle che si vogliono  cotte o  crude…quindi insalate…cavoli, cavolfiori, broccoli, peperoni crudi, carote, etc etc… e frutta a volontà

Proteine io le prendo da bresaola o pesce azzurro e legumi. Ripeto il veganismo per me è ancora un traguardo, ci arriverò.

cena: passati di verdure con cereali dentro..tipo grano saraceno miglio e legumi….spezie…peperoncino, zenzero…quello che volete… oppure riso oppure pasta senza glutine oppure gnocchi…. sempre verdura a manetta e frutta. due fette di bresaola o delle alici alla piastra senza condimenti…un filo d’olio e limone.

Dimenticavo, litri d’acqua, di succhi di frutta senza zucchero, spremute, centrifughe. E muoversi!!! camminare andare in bici, in montagna e se vi capita fate l’amore che fa bene al fisico…a non da paranoici maniaci impasticcati.

Ho ripreso a correre a muovermi…lo xanax ti ammazza i muscoli e la schiena…ora sto cominciando a riprendere il tutto.

Sto rinascendo….

Dopo due anni e mezzo senza schifo, sento che il percorso è giusto, ed ora sto bene, arduo per me c’è ancora del lavoro da fare…

Quello che propone Pietro è alla fine una dieta detox che va benissimo, ma aldilà della disintossicazione da psicofarmaci è un’abitudine alimentare corretta.

Zero zuccheri e carboidrati complessi che ammazzano il fisico facendoti venire il diabete, molte fibre, cereali come riso, patate, verdura e frutta, zero condimenti…. per me proteine giuste come il pesce azzurro… Ti senti leggero….digestione immediata senza sforzi, il fisico reagisce bene. Se fai sport è eccezionale.

Mi hanno aiutato anche due libri:

– Stare bene Davvero di Filippo Ongaro
– Cibo per la mente di Saul e Jo Anne Miller

Cercateli sulla rete, costano poco e sono intelligenti e danno molti spunti.

Come fine….non assumete MAI psicofarmaci. MAI.

I problemi si risolvono in altro modo.

Ciao

F.to Davide Candiani, Bresso (MI)

Fonte Pietro Bisanti

Maresciallo dell’Arma dei Carabinieri, da 14 anni Pietro Bisanti si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all’utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall’uomo: gli psicofarmaci.

visto qui

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*