Crea sito

Scienziata in Ucraina. “Qui mi ascoltano, in Italia lavoro gratis e baroni”

Daniela, 25 anni, è laureata in biotecnologie della riproduzione. Ha fatto colloqui a Bologna, Avellino, Verona e a Napoli dove “in alcune cliniche deridevano la mia specializzazione, non la conoscevano”. A Ternopil, al contrario, si sente “parte di un team”

Scienziata in Ucraina. “Qui mi ascoltano, in Italia lavoro gratis e baroni”La dottoressa Daniela Aprile sorseggia un bicchiere d’acqua, ci pensa qualche secondo, scandisce bene le parole. Continua>

Share Button

Dove c’è Barilla c’e uranio impoverito , questo è il problema …

-di Rita Pani-

A volte le scuse suonano più offensive dell’offesa che dovrebbero ripulire. Una foto del signor Barilla – come a dire che ci mette la faccia – e le sue scuse. Questo dovrebbe bastare a ripulire l’onta della stupidità; la sua e la nostra. Molto si potrebbe dire ancora, sulla triste affermazione del signor Barilla, a proposito delle famiglie tradizionali che negli anni ci hanno propinato per farci credere che i nostri figli potessero crescere sani e belli mangiando merda liofilizzata e reidratata. Continua>

Share Button

Nei “Compro oro” lo specchio di un Paese in rovina

di Italo Romano

La scorsa settimana agenti della Polizia di Stato della Divisione Amministrativa e Sociale, su disposizione del Questore della Provincia di Cosenza, Alfredo Anzalone, hanno avviato una serie di controlli in alcuni esercizi commerciali, gli oramai onnipresenti “compro-oro”, della provincia ed in altre gioiellerie con licenza di compravendita di oro usato. Continua>

Share Button

Le cose che non dovete sapere: La storia segreta dell’AIDS

Symptoms_of_acute_HIV_infection-IT

Dopo che per anni siamo stati terrorizzati dallo spettro terrificante dell’AIDS, oggi non se ne parla quasi. Forse per questo è venuto il momento di riscrivere la storia di questa misteriosa sindrome, che colpisce selettivamente omosessuali e drogati. Continua>

Share Button

Cibo spazzatura, Zuccheri e depressione

Due studi separati, uno in UK e l’altro in Finlandia, sono arrivati alla conclusione che coloro che consumano molto cibo spazzatura (junk food) – vedi il fast food– bevande zuccherine e prodotti industriali mostrano comportamenti collegati alla depressione . Continua>

Share Button

La Germania fa i conti senza l’oste: il partito anti-euro

euro-300x300E’ vero, il partito anti-euro ha mancato l’accesso al Parlamento – però l’ha sfiorato, nonostante la brutale interdizione dei media mainstream. L’attuale risultato di “Alternativa per la Germania” non sarebbe preoccupante, per la Merkel, se le prossime elezioni fossero lontane, ma si voterà per il Parlamento Europeo fra appena nove mesi. Continua>

Share Button

In che cosa consiste l’ampeloterapia?

uve

Con il termine ampeloterapia viene indicata la cura a base d’uva, l’utilizzazione per alcuni giorni di questo prezioso frutto con buccia e semi come alimento quasi esclusivo nella propria dieta. Continua>

Share Button

Realtà e Mass Media

timthumb.php
Di Luigi Zaffagnini
La cultura che ha favorito il distacco dalla realtà
In queste riflessioni ci sono tutti i capisaldi di una strategia che, oggi piú che mai, dovrebbe essere sentita come il solo orientamento educativo capace di raddrizzare e rafforzare quella cultura che rende una società autenticamente civile e progredita. Continua>
Share Button

Cosa sapete dei Fichi d’India?

Oggi volevo parlarvi del Fico d’India, un frutto abbastanza conosciuto ma poco apprezzato.

L‘Opuntia ficus indica è una pianta della famiglia delle cactacee ed è originaria del Messico, ma si è naturalizzata in tutto il bacino mediterraneo, dove, se fino a pochi anni fa era una pianta “spontanea”, ora viene coltivata per i frutti che vengono usati in ambito alimentare.

I Fichi sono ricchi di vitamina C, Calcio e Fosforo e oltre ad essere consumati freschi, possono essere utilizzati per la produzione di succhi, liquori, gelatine, marmellate, dolcificanti ed altro. Anche le foglie, chiamate pale, possono essere consumate. In Messico, usano togliere le spine, pelarle e cucinarle sulla griglia. Continua>

Share Button

Essiccazione: un’antica arte mai abbandonata

Fin dall’antichità l’uomo ha sempre conservato i suoi alimenti rimuovendo l’acqua in essi contenuta: si tratta dell’essiccazione, un procedimento semplice che impedisce la proliferazione di microorganismi, mantenendo al contempo l’intriseca qualità dei prodotti. Continua>

Share Button

Autosufficienza Spirituale e catastrofismo

Quando è emerso definitivamente ed invasivamente sui media e nelle parole di tutti in ogni casa, ufficio, officina, laboratorio, telefonata, conversazione … il fantomatico fenomeno denominato ‘crisi economica mondiale’, il livello di ansia e preoccupazione per la propria vita materiale, per i propri beni, per il ‘raggiunto livello di benessere’ hanno reso spasmodica la tensione data dalla insicurezza verso un futuro sicuramente incerto (ossimoro auto-proliferante) e improvvisamente sono apparsi anche a coloro che non se ne erano mai interessati prima: il Mondo, gli Altri, insomma… tutto il resto da sé. Continua>

Share Button

Nei panni di chi?

Foto di Rob Prideaux Camicioli, non c’ho più niente. Niente! Zero. Nichts. Nisba. Non c’ho niente! E per questo sono un uomo libero.
Ci vediamo domaniQuali panni si è soliti vestire? E perché? E come accade?Dove accade? Accade nella società, mentre ci vivi “dentro”. Dentro alla società, mentre sei dentro di te, come in una matrioska sfuggevole. Continua>
Share Button

Competenze e meritocrazia: è la scuola per futuri servi

spirasolidaQuando si parla del mondo del lavoro e del mondo della scuola sembra sempre che si parli di due questioni totalmente distinte. E invece, nell’Italia con il Pil che crolla, nel mare magnum delle fugacissime questioni estive, ci sono un paio di notizie che si accoppiano per farci capire come dobbiamo immaginarci il futuro prossimo. Continua>

Share Button

Troppo benessere ci ha fatto male ….

Italia DI MASSIMO FINI
ilfattoquotidiano.itA noi servirebbe una crisi molto più profonda di quella che stiamo attraversando. Una guerra, meglio ancora. Ma noi occidentali le guerre le facciamo agli altri, non le subiamo più. In Afghanistan ci sono più di tremila soldati italiani, ma la cosa non tocca la nostra vita quotidiana. Continua>
Share Button